aa
Momento Espírita
Curitiba, 18 de Dezembro de 2017
busca   
Nel titolo  |  Nel messaggio   
ícone Quanto ne vale?

Nel mondo in cui viviamo, la maggior parte di noi apprezza troppo le cose materiali. Le nostre aspirazioni ruotano intorno alla crescita professionale, ai profitti ottenuti, agli investimenti in fondi e alla borsa di valori.

Ci esaltiamo in infinite ore di lavoro, dimostrando l'impegno e la dedizione, il desiderio di grandi successi nei nostri stipendi.

Idealizziamo la casa, i viaggi, le gite, l’auto, magari una piccola barca.

I nostri giorni, le nostre settimane e i nostri mesi passano nel raccogliere di più, per godere di più.

Naturalmente, visto che le realizzazioni si ottengono a cari costi, tutto è meticolosamente curato.

Scrupolosamente per la conservazione della residenza, della casa al mare, della macchina, dei gioielli.

Intanto, in modo generale, ci sono dei valori a cui non diamo importanza … fino al giorno in cui li perdiamo.

Così, quando la morte, come legge naturale, ci sorprende, portando via uno dei nostri affetti, sentiamo che ci manca il terreno sotto i piedi.

Quando arriviamo a casa e non troviamo la confusione, i giocatoli sparsi; quando non abbiamo le piccole braccia intorno al nostro collo, quanta tristezza!

Ci sediamo sul divano, carissimo, al quale ci tenevamo tanto, scoraggiati.      Le cose che ci circondano hanno perso il loro significato. Il gioiello più prezioso se ne è andato. Quello che ha lasciato soltanto un’immensa nostalgia nella cassaforte della nostra intimità.

La casa così ricca di tappezzerie e cristalli, giace fredda e immobile.

Cosa non avremmo fatto per avere il marito, ancora, che entra in casa, che bussa alla porta, che lascia cadere le chiavi con rumore sopra il tavolo, e la voce sonora ad annunciare: Sono arrivato!

Tra tanti amori, il grembo della mamma è ancora più prezioso. Valore incomparabile.

E, tante volte prescisso, perché ci sentiamo padroni del mondo, vincitori, sicuri di noi stessi.

Tuttavia, quando la madre entra nel mondo degli spiriti, deposita nel cuore dei figli la mancanza  e la nostalgia.

Forse nessuno ha tradotto meglio questi sentimenti, come il bambino orfano che ha disegnato per terra, in dimensione naturale, una figura di madre.

Poi, si è sdraiato esattamente alla altezza di quello che sarebbe il grembo di quella madre, si è annidato e si è addormentato

Niente di più significativo di quanto l'immagine che è stata mantenuta dalla lente agile di un fotografo.

Grembo materno! Quanto varrà nel mercato finanziario?

Grembo materno che annida, protegge, trasmette sicurezza, benessere.

Grembo materno caldo, amorevole. Grembo materno unico.

Grembo materno che non ha prezzo.

*  *   *

Pensiamo a questo bene prezioso che è il grembo materno e onoriamo ogni giorno, con il nostro affetto, a colei che ha detto sì alla vita e ci ha permesso di venire al mondo.

 Amiamo questo gioiello senza prezzo. Approfittiamo il grembo della mamma, sempre grati, prima che la morte la strappi dai nostri occhi.

 Allora, soltanto traverso i fili del pensiero potremo avere la felicita del ritrovamento, mentre resteremo qui, in benedetto esilio, sulla Terra che il Signor Dio ci ha permesso di abitare, crescendo verso il progresso.

Redazione  del Momento Spiritista.
Traduzione di Rossana Amatuzzi.
Il 7.4.2017.

© Copyright - Momento Espírita - 2017 - Tutti i diritti riservati - Sull'Internet dal 28/03/1998 (in portoghese)